Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Il Feltre si arrende al Bolzano

Venerdì 19 ottobre allo stadio del ghiaccio di Sill (Bolzano) si è disputata la quinta giornata dell’Italian Hockey League – Division I tra la squadra dell’HCB Foxes Accademy e la squadra dell’HC Feltreghiaccio Junior.
La squadra feltrina si presenta all’ingaggio iniziale, con tre linee complete, due portieri e con tutte le intenzioni di riscattarsi dalla sconfitta casalinga maturata alla quarta giornata nella sfida contro l’AHC Dobbiaco.

Gli ospiti partono bene e danno da subito avvio ad un pressing collettivo che lascia ben sperare e che porta i padroni di casa a giocarsi una penalità dopo appena 11 secondi dall’avvio dell’incontro; la situazione di power play però non viene sfruttata nonostante la buona circolazione del disco in zona offensiva da parte dell’HCF, dando così inizio a quello che sarà il filo conduttore dell’incontro: un buon gioco e una buona circolazione del disco, per lunghi tratti anche superiore alla squadra avversaria, ma una incapacità latente a concretizzare le occasioni sotto rete.
I Foxer riescono ad uscire dalla propria zona difensiva solo dopo 6’ e 30” e sul rimbalzo del primo tiro, con uno Stefano Viale ormai spiazzato, segnano il primo gol dell’incontro portandosi così in vantaggio; e che, al minuto 12:11 (al sesto tiro), trovano il raddoppio.
Nonostante la predominanza territoriale del Feltre, che riesce con continuità ad entrare in zona avversaria e a costruire occasioni, sul finale di tempo i padroni di casa trovano anche la terza rete con Davide Gatti.
Il primo parziale si chiude così con un punteggio negativo per il Feltre – sotto di 3 reti a 0 – ma che avrebbe potuto essere ben più pesante se non ci fosse stato un grandissimo intervento di Stefano Viale e, in un’altra occasione, un salvataggio sulla linea di porta da parte di Andrea Damin.

Nel secondo tempo l’HCF sembra nuovamente partire con il piede giusto e finalmente dopo poco più di 4’ trova anche la via del gol, accorciando le distanze con Tobia Fantinel. La spinta dell’entusiasmo però non dura e si spegne a causa di una secondo parziale che certamente non verrà ricordato per il buon hockey espresso.
Se nel primo periodo, infatti, il gioco è stato veloce per entrambe le squadre e con poche interruzioni, da circa metà del secondo tempo la partita diventa cattiva con interventi al limite del regolamento con l’ovvia conseguenza che iniziano a piovere penalità per entrambe le squadre, con l’apice che viene raggiunto al minuto 18:30 con 2’+10’ di penalità a Davide Accarrino (HCB) per carica alla balaustra; una penalità partita (5’+20’+espulsione definitiva) a Giorgio De Giacinto (HCF) e Manuel Accarrino (HCB) per una rissa tra i due e 10’ di penalità per Matteo Dall’Agnol (HCF) per condotta antisportiva.
Allo scadere del secondo tempo il Bolzano riallunga sul Feltre segnando la rete del 4-1 e pareggiando così il parziale.

La pausa è provvidenziale per calmare gli animi di entrambe le squadre e al rientro in campo si torna a vedere una partita veloce, con i padroni di casa che trovano la rete del 5 a 1 dopo poco più di un minuto ed a cui risponde la squadra ospite al minuto 2:13 con un gol di Andrea Damin maturato in una situazione di power play.
Nel finale i Foxes calano di ritmo e arretrano vistosamente, anche a causa del pressing del Feltre alla ricerca esasperata del gol; pressing che però frutta solo la rete del 5-3 al minuto 13:28 ad opera di Vittorio Domenico Basso che si spinge fino davanti al portiere avversario e segnando con un tiro di rovescio.
La partita si chiude sul 5-3 con la sensazione che siano stati lasciati altri punti importanti in ottica campionato contro una squadra non così superiore come il punteggio lascerebbe immaginare.
L’allenatore del Feltreghiaccio Kevin Reinis avrà a disposizione una settimana per cercare di risolvere la persistente difficoltà ad arrivare al tiro nonostante il controllo del gioco e la mancanza di concretezza sotto porta, prima dell’incontro casalingo che si disputerà al Drio le Rive contro l’HC Pinè sabato 27 ottobre alle ore 18:15.

Leggi tutto...

Il Dobbiaco espugna il Drio le Rive

Seconda partita stagionale al Drio le Rive, che sabato ha ospitato il Dobbiaco per il terzo turno di IHL Division I.
Il Feltre si presenta al completo con quattro linee complete e fin dall’inizio prova ad imporre il proprio gioco. Le occasioni per passare in vantaggio arrivano dopo pochi minuti, prima con Matteo Dall’Agnol che spara un tiro al volo sul portiere da buona posizione e poi con Scussel che si fa ribattere una conclusione da pochi metri. L’inerzia della partita cambia a metà del primo tempo, quando cominciano a piovere penalità sul Feltre, costretto a giocare in quattro gran parte della seconda metà del parziale. Al sedicesimo arriva così il gol del vantaggio del Dobbiaco con Alverà che infila Manfroi con uno slap preciso sotto la traversa.
Il Feltre riordina le idee e ad inizio del secondo tempo si riporta in parità in una situazione di doppia superiorità numerica: Damin e Matteo Dall’Agnol fanno girare bene il disco nel terzo del Dobbiaco, finchè De Giacinto con un tiro al volo non insacca sotto l’incrocio un gol importantissimo.
La parità dura poco, due minuti dopo è ancora Alverà a riportare in vantaggio gli altoatesini con un rovescio preciso che lambisce il palo prima di finire in rete.
La fortuna purtroppo non è dalla parte dei feltrini che si divorano diverse occasioni per pareggiare e invece subiscono la terza rete ad opera di Wieser che, sfruttando la confusione davanti all’area di Manfroi, fa partire un tiro “sfarfallato” che finisce alle spalle dell’incolpevole portiere feltrino.
A metà partita una rissa tra Lorenzo Dall’Agnol e Soravia scatena le ire dei giocatori feltrini che non controllano i nervi e finiscono per giocare la parte restante del parziale sempre in inferiorità numerica. Il Dobbiaco si limita a gestire i powerplay senza correre troppi pericoli e allunga ancora con Hochgruber che infila Viale sotto le gambe. I picchi non si danno per vinti e Gris accorcia a pochi minuti dalla fine del tempo con uno slap da pochi metri.
L’ultimo parziale è un assedio del Feltre, con i giocatori che buttano in campo anima e corpo per riacciuffare la partita. Fantinel si divora il gol del 4 a 3 tirando sui gambali del portiere da pochi centimetri, ma poi è Matteo Dall’Agnol a ridare speranza ai biancorossi, raccogliendo un rimbalzo del portiere davanti porta.
Nei minuti finali si gioca solo sulla metà campo del Dobbiaco, ma il disco non vuole entrare e sono ancora gli altoatesini ad allungare sul 5 a 3 con il contropiede concluso da Egarter che di fatto chiude la partita.
Non c’è più tempo per recuperare e il Feltre incassa la terza sconfitta in altrettante partite.
Per lunghi tratti della partita si è visto un buon hockey anche se manca sempre il gol che fatica ad arrivare.
Venerdì sera ci sarà una nuova possibilità di riscatto al Palaonda dove il Feltreghiaccio farà visita al Bolzano Academy.

Leggi tutto...

Il Vipiteno stende il Feltre nel finale

La stagione 2018-19 del Feltreghiaccio riparte dalla IHL Division 1, puntando su un gruppo composto prevalentemente da giocatori feltrini e dagli innesti degli “stranieri” Vittorio Basso, proveniente da Asiago, e Guglielmo Scussel, giocatore proveniente da Zoldo ma con due anni di esperienza a Feltre.  Con gli addii di diversi giocatori, la squadra si presenta ai nastri di partenza con un’età media molto bassa, con gran parte del gruppo con età inferiore ai vent’anni. In panchina, dopo il passaggio di Scapinello al Bressanone in IHL, il nuovo allenatore è Kevin Reinis, promosso dalle giovanili alla prima squadra, aiutato dagli ex giocatori Christian Campigotto e Simone D’Agostini.

Sulle gambe dei feltrini pochi allenamenti ancora e qualche meccanismo ancora da oliare, però l’inizio della partita sul ghiaccio di casa contro una formazione preparata come il Vipiteno non è niente male.
Tra i pali dal primo minuto il giovane Jodie Manfroi che nel corso  della prima frazione non è molto impegnato, anche se al decimo deve capitolare a causa di un pasticcio della difesa feltrina che regala il disco a Baier che da pochi passi non può sbagliare.
Nonostante lo svantaggio, il Feltre non subisce molto e crea diverse occasioni. A capitalizzare il pareggio quattro minuti dopo ci pensa Lorenzo Dall’Agnol che, in azione solitaria, si lascia alle spalle un difensore per poi trovarsi a tu per tu con Rabanser e insaccare sotto la traversa.
Si va al riposo sul risultato di 1 a 1 con la sensazione che la partita resterà in bilico  fino alla fine.

Il secondo tempo vede il Feltre prendere più coraggio  e prendere le redini del gioco, costringendo spesso il Vipiteno a chiudersi nel proprio terzo, ma complice l’imprecisione degli attaccanti feltrini, il gol non arriva.
Prima Da Forno su assist da dietro porta di Gris spara sui gambali del portiere, poi Fantinel e Cavan si divorano da pochi metri la possibilità di passare in vantaggio.

Il Feltre non riesce a concretizzare la mole di gioco creata e, nel terzo tempo, un Vipiteno più vivace si fa presente con più frequenza dalle parti di Manfroi. mentre il Feltre sembra accusare la stanchezza nell’ultima frazione concedendo qualche occasione di troppo.
A due minuti dalla fine la doccia fredda: una penalità per sei uomini in campo permette agli altoatesini di giocare in powerplay. L’occasione non viene sprecata e Clementi fa partire un tiro dalla blu e nella mischia davanti porta Planatscher trova la deviazione vincente per ingannare Manfroi.
Il Feltre sembra aver accusato il colpo e 20 secondi dopo subisce anche il 3 a 1 con un tiro ravvicinato di Jager. Non c’è più tempo per recuperare e negli ultimi scampoli di partita i tentativi del Feltre di recuperare vengono vanificati da Rabanser.

La partita si chiude sul risultato di 3 a 1 per il Vipiteno, anche se quanto visto in questo primo match fa ben sperare per il giovane gruppo feltrino che saprà sicuramente rifarsi nelle prossime uscite.

Leggi tutto...

Feltreghiaccio: svelato il futuro della prima squadra

L’Hockey Club Feltreghiaccio Junior conferma per la stagione 2018-2019 la propria partecipazione al campionato IHL Division1. La decisione sofferta, ma ponderata, è il frutto di una serie di considerazioni e di fattori che ci hanno fatto optare per questo campionato. Il nostro è un progetto sportivo serio che intende svilupparsi nel corso dei prossimi anni partendo da un consolidamento delle basi societarie e del parco sostenitori, e da una maggiore valorizzazione degli atleti del nostro vivaio. La società nel corso degli anni si è strutturata in modo sempre più completo e intende, appunto, programmare l’attività sportiva secondo un piano pluriennale volto ad ampliare significativamente il numero dei tesserati partendo dai più piccoli per arrivare fino alla prima squadra. Teniamo a precisare che i “motivi economici” richiamati dalla cronaca locale, che a una lettura superficiale potrebbero far pensare a problemi di natura economica, e generare quindi una ingenerosa e dannosa figura per l’immagine della nostra società, si riferiscono bensì a delle precise e ponderate considerazioni di Budget, che sono state avanzate, come ogni anno in fase di pre-season, allo scopo di valutare la partecipazione della prima squadra ai campionati senior garantendone la giusta competitività e al tempo stesso considerando gli investimenti necessari per il settore giovanile . L’HCF Jr è una società sana e oggi più che mai intende investire le proprie risorse sulla programmazione e sul proprio vivaio piuttosto che dirottarle nell’allestimento di una squadra IHL che avrebbe necessitato di diversi innesti esterni e non avrebbe garantito la prosecuzione dell’attività sportiva per molti dei nostri atleti. Crediamo, infatti, sia necessario dare ai nostri ragazzi la possibilità di fare esperienza in prima squadra nell’ambito di quello che si preannuncia un campionato combattuto e nel frattempo porre basi solide al settore giovanile per garantire la continuità sportiva nei prossimi anni. Ci pare che puntare ad aumentare il più possibile il numero di hockeisti sia una politica sportiva accorta, seria e tale da contribuire, nel nostro piccolo, all’ampliamento del movimento hockeistico. Ringraziamo la LIHG, nella persona del vice-presidente Andriolo e i suoi componenti dai quali abbiamo avuto numerosi attestati di stima e di riconoscimento per la serietà e correttezza mostrata in questi anni, a loro un sentito “grazie” e “a presto”, perché volgiamo tornarci... Nel frattempo, contiamo di essere protagonisti nel prossimo campionato di IHL Division 1 con tutti i nostri ragazzi, dai più vecchi ai più giovani, che hanno manifestato la ferma volontà di proseguire il loro percorso sportivo nella società dove sono nati e cresciuti, dimostrando, semmai ce ne fosse stato bisogno, che l’attaccamento alla maglia e i valori societari sono condivisi da atleti e dirigenza.

Ci fa piacere, come letto nei giorni scorsi sia nei media che nei social-network, che Alleghe cerchi i nostri giovani, si tratta di un chiaro segno di riconoscenza per il contributo che sono riusciti a garantire negli anni alle squadre giovanili della compagine agordina e al tempo stesso attestazione dell’ottimo lavoro e impegno che come società abbiamo profuso per formarli tecnicamente e caratterialmente; da parte nostra ringraziamo Alleghe per la collaborazione avuta negli anni, che non escludiamo possa riproporsi in futuro, ma oggi stiamo lavorando a braccetto con i ragazzi per garantir loro un percorso che permetta di valorizzarne le spiccate qualità sportive e che possibilmente permetta ai più talentuosi, nulla togliendo alla società agordina e alla sua storia, di ambire a livelli di maggior spessore tecnico.

Certamente vi sarà da parte di tutta la società la massima dedizione ed impegno a perseguire con serietà il progetto che tutti abbiamo condiviso con entusiasmo.

L’HCF Junior c’è…..

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS