Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Il Feltre si arrende al Bolzano

Venerdì 19 ottobre allo stadio del ghiaccio di Sill (Bolzano) si è disputata la quinta giornata dell’Italian Hockey League – Division I tra la squadra dell’HCB Foxes Accademy e la squadra dell’HC Feltreghiaccio Junior.
La squadra feltrina si presenta all’ingaggio iniziale, con tre linee complete, due portieri e con tutte le intenzioni di riscattarsi dalla sconfitta casalinga maturata alla quarta giornata nella sfida contro l’AHC Dobbiaco.

Gli ospiti partono bene e danno da subito avvio ad un pressing collettivo che lascia ben sperare e che porta i padroni di casa a giocarsi una penalità dopo appena 11 secondi dall’avvio dell’incontro; la situazione di power play però non viene sfruttata nonostante la buona circolazione del disco in zona offensiva da parte dell’HCF, dando così inizio a quello che sarà il filo conduttore dell’incontro: un buon gioco e una buona circolazione del disco, per lunghi tratti anche superiore alla squadra avversaria, ma una incapacità latente a concretizzare le occasioni sotto rete.
I Foxer riescono ad uscire dalla propria zona difensiva solo dopo 6’ e 30” e sul rimbalzo del primo tiro, con uno Stefano Viale ormai spiazzato, segnano il primo gol dell’incontro portandosi così in vantaggio; e che, al minuto 12:11 (al sesto tiro), trovano il raddoppio.
Nonostante la predominanza territoriale del Feltre, che riesce con continuità ad entrare in zona avversaria e a costruire occasioni, sul finale di tempo i padroni di casa trovano anche la terza rete con Davide Gatti.
Il primo parziale si chiude così con un punteggio negativo per il Feltre – sotto di 3 reti a 0 – ma che avrebbe potuto essere ben più pesante se non ci fosse stato un grandissimo intervento di Stefano Viale e, in un’altra occasione, un salvataggio sulla linea di porta da parte di Andrea Damin.

Nel secondo tempo l’HCF sembra nuovamente partire con il piede giusto e finalmente dopo poco più di 4’ trova anche la via del gol, accorciando le distanze con Tobia Fantinel. La spinta dell’entusiasmo però non dura e si spegne a causa di una secondo parziale che certamente non verrà ricordato per il buon hockey espresso.
Se nel primo periodo, infatti, il gioco è stato veloce per entrambe le squadre e con poche interruzioni, da circa metà del secondo tempo la partita diventa cattiva con interventi al limite del regolamento con l’ovvia conseguenza che iniziano a piovere penalità per entrambe le squadre, con l’apice che viene raggiunto al minuto 18:30 con 2’+10’ di penalità a Davide Accarrino (HCB) per carica alla balaustra; una penalità partita (5’+20’+espulsione definitiva) a Giorgio De Giacinto (HCF) e Manuel Accarrino (HCB) per una rissa tra i due e 10’ di penalità per Matteo Dall’Agnol (HCF) per condotta antisportiva.
Allo scadere del secondo tempo il Bolzano riallunga sul Feltre segnando la rete del 4-1 e pareggiando così il parziale.

La pausa è provvidenziale per calmare gli animi di entrambe le squadre e al rientro in campo si torna a vedere una partita veloce, con i padroni di casa che trovano la rete del 5 a 1 dopo poco più di un minuto ed a cui risponde la squadra ospite al minuto 2:13 con un gol di Andrea Damin maturato in una situazione di power play.
Nel finale i Foxes calano di ritmo e arretrano vistosamente, anche a causa del pressing del Feltre alla ricerca esasperata del gol; pressing che però frutta solo la rete del 5-3 al minuto 13:28 ad opera di Vittorio Domenico Basso che si spinge fino davanti al portiere avversario e segnando con un tiro di rovescio.
La partita si chiude sul 5-3 con la sensazione che siano stati lasciati altri punti importanti in ottica campionato contro una squadra non così superiore come il punteggio lascerebbe immaginare.
L’allenatore del Feltreghiaccio Kevin Reinis avrà a disposizione una settimana per cercare di risolvere la persistente difficoltà ad arrivare al tiro nonostante il controllo del gioco e la mancanza di concretezza sotto porta, prima dell’incontro casalingo che si disputerà al Drio le Rive contro l’HC Pinè sabato 27 ottobre alle ore 18:15.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto