Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Il Chiavenna espugna il Drio le Rive

Un buon pubblico attende con speranza l'arrivo del Chiavenna al Drio le Rive, dato che i lombardi stazionano appena avanti in classifica ai nostri e l'occasione per l'aggancio è di quelle da non perdere. Infatti l'avvio feltrino promette bene e il portiere ospite Rivoira è già impegnato due volte nel primo minuto sia da Tormen che da Matteo Dall'Agnol. Il Feltre gioca nella metà campo ospite e cerca di fare quello che deve: la partita. Alla prima penalità feltrina, presa da Zallot, il Chiavenna però passa, con un tiro forte da destra da parte di Tenca che sorprende Burzacca sul guanto da presa.
0-1 e squadra di casa che vede crollare le sue certezze e forse anche il piano partita. C'è da dire che in fase di impostazione si sente parecchio la mancanza della coppia di difensori De Giacinto-Damin, impegnati con la nazionale under 18 in Ungheria, in termini di velocità e dinamica di uscita del disco dalla zona e di impostazione. Dietro siamo un po' lenti e macchinosi anche nei passaggi semplici. Pur con difficoltà il Feltre riesce in qualche modo a tenere il pallino del gioco e sul tiro meno pericoloso del primo tempo Bertoncin pareggia e fa tirare un sospiro di sollievo a tutto lo stadio. I primi 10 minuti del secondo tempo sono però disastrosi e se i padroni di casa non si fanno vedere più dalle parti del portiere ospite ci pensa Gallegioni assistito da Lo Russo e Marcati a riportare avanti il Chiavenna. Il colpo si fa sentire e la paura di perdere cala sul capo dei feltrini, che avrebbero oltre 2 minuti in 5 contro 3 a favore da sfruttare, ma tergiversano sulla blu, non mettono pressione al golie avversario e tirano con poca convinzione. Tanto tempo in superiorità sprecato e tanto nervosismo sembrano prendere il sopravvento nelle menti della squadra di casa che ci pensano troppo e alla fine non otterranno niente. Matteo Dall'Agnol inizia il suo monologo con gli arbitri che prima sopportano e poi puniscono, non il solo, comunque e il Feltre soffre, giocando in inferiorità. Il ragazzo ha i mezzi per mettere tutti a tacere con quello che sa fare sul ghiaccio, ma spreca tante energie nervose prendendosela troppo spesso con i signori in bianconero.
C'è ancora un tempo da giocare e lo spazio per recuperare ci sarebbe tutto, ma ci vorrebbe una convinzione diversa, che il Feltre, stasera sembra non avere. La più grossa occasione per pareggiare ce l'ha Marvin Merli, che si fa trovare smarcato e pronto a ricevere un passaggio dall'angolo dopo il buon lavoro dei compagni di linea, ma la conclusione non è fortunata ed è anche bravo Burzacca sui contropiedi dei lombardi, che un paio di volte si presentano dalle sue parti in 2 contro1. Finisce così con la festa prolungata dei dieci tifosi ospiti, a cui almeno sarà stato lieto il lungo ritorno a casa.
Il Feltreghiaccio, ieri sera, ha mostrato i suoi limiti, tecnici e mentali, quando deve fare la partita e non solamente difendersi e questo alla vigilia del derby di ritorno giovedì ad Alleghe non è una bella notizia. Quella buona è che rientreranno due giovani validi e che giocare due volte così male in una settimana non è possibile che succeda. Lo speriamo. Forza Feltre!!
C.C.

HC Feltreghiaccio - HC Chiavenna 1-2 (1-1, 0-1, 0-0)
Marcatori: 5:12 Tenca (C), 14:52 Bertoncin (F), 22:43 Gallegioni (C)

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto