Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Brutta sconfitta a Milano

A 72 ore dalla sconfitta rimediata in casa contro il Fiemme, il Feltre torna in campo a Milano contro la capolista e campione in carica.
Il Milano fa vedere fin da subito la sua superiorità tecnica schiacciando il Feltre nel proprio terzo, ma i feltrini riescono a resistere per i primi dieci minuti. Poi nel giro di tre minuti i milanesi si scatenano segnando tre reti: prima Colombo, poi Perna ed infine Vannetti mettono già in cassaforte il risultato. La reazione non c’è e il Feltre continua a subire il forcing del Milano che a tre minuti dal termine del parziale porta il risultato sul 4 a 0 grazie a Raimondi che corregge in rete con la gamba un tiro sporco di Xamin.
Il secondo tempo inizia meglio con un Feltre più intraprendente che subisce meno ma fatica ad impensierire seriamente l’ex Pignatti. Al sesto è ancora il Milano a passare con Petrov che ben assistito da Borghi infila con un tiro al volo Burzacca con un preciso rasoterra. Tre minuti dopo il Feltre accorcia. Dopo un’azione prolungata nel terzo milanese, Da Forno trova la deviazione giusta sul tiro dalla blu di Giorgio De Giacinto. La partita è vivace e il Feltre va vicino al gol ancora con Da Forno che da due passi spara sul portiere il bell’ assist offerto da Gorza. Purtroppo l’impegno dei ragazzi feltrini non basta, ma incassano la sesta rete da parte di Ilic che in powerplay buca Burzacca con uno slap al volo dalla blu.
L’ultimo parziale inizia con una doppia superiorità numerica per il Milano che sfrutta al meglio l’occasione e nel primo minuto di gioco segna due reti con la sua linea più forte e prima Perna e poi Borghi allungano sul 8 a 1. Nell’ultimo quarto d’ora c’è spazio anche per il giovane portiere Manfroi che si comporta molto bene alla difesa della porta feltrina, ma nel forcing finale del Milano è costretto a subire il gol di Borghi che chiude la partita sul 9 a 1.
Non era di certo la partita giusta per fare il risultato ma è sicuramente servita per capire meglio i meccanismi difensivi imparando anche dagli errori commessi.
La prossima settimana ci sarà un tour de force ad attendere la squadra feltrina che sarà impegnata venerdì alle 18:15 in casa contro il Varese e 24 ore tornerà sul ghiaccio del Caldaro.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto