Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Il Feltre chiude la stagione con una bella vittoria sul Como

Ultima giornata di campionato e stadio Drio le Rive vestito a festa di numeroso e rumoroso pubblico a salutare una squadra che è cresciuta tanto e si è impegnata molto nella seconda fase del campionato e per l'addio all'hockey giocato per Mattia Bertoncin.
Il Feltre si presenta completo mentre il Como schiera soli 12 giocatori di movimento e così ai lariani tocca partire forte intanto che le quattro linee locali ingranano.
Infatti succede che prima Alario, in power play, batte Burzacca sul primo palo e poi Formentini trova un corridoio nella difesa biancorossa e fa 0-2 al 14.28.
L'impressione è però che il Feltre sia ben presente nella partita e che il Como abbia dato fondo a gran parte del carburante già dopo 20 minuti.
All'inizio del secondo tempo si ribalta l'equilibrio e Damin è bravo a trovare il varco in power play e a infilare Tesini al 23.51. Poi al 29.53 è Matteo Dall'Agnol a bucare il golie comasco, sempre in superiorità, e a impattare la partita. Ora sono i padroni di casa che dominano il gioco e pressano gli stanchi ospiti, ma non sanno approfittarne e così al 36.27 è Ambrosoli, poco contrastato a metà campo, a riportare inaspettatamente avanti i biancorossoblu. Il vantaggio però dura poco perché dopo pochi secondi, ancora M. Dall'Agnol carica il cannone e trapassa ancora Tesini dai 4/5 metri. Alla fine del periodo una carica alla testa costa la penalità partita a Vallazza e un fuori programma in infermeria al bravo Tobia Fantinel.
Il Feltre combatte e dimostra chiaramente di non starci a perdere stasera e il terzo tempo è un fuoco d'artificio dentro e fuori dal campo.
Il Como cerca di stare a galla e di interrompere il gioco più spesso possibile per guadagnare fiato e i locali un po' ci cascano. Con le poche energie rimaste il Como torna avanti al 46.31 ancora con Ambrosoli. C'è il tempo per sostituire un Burzacca acciaccato con il giovane Jodie Manfroi e il Feltreghiaccio torna in parità dopo un minuto con Igor Gris ben coadiuvato da Patrick Tormen.
4-4 e partita che si fa spigolosa e abbastanza fuori dal controllo degli arbitri.
Al minuto 50.06 Gosetto porta per l'ultima volta avanti gli ospiti in powerplay dopo che Tormen era stato colpito al volto bloccando un tiro. Però il Feltre non ci sta e in mezzo ad un casino notevole di petardi, tamburi e cori, al 53.30 M. Dall'Agnol mette dentro il terzo della serata e fa 5-5, ben assistito da un redivivo Cavan. Ora è il momento di finire l'avversario e ci pensa Erik Caldart dopo un gran lavoro della coppia Damin/De Giacinto a far mettere il naso avanti al Feltreghiaccio dopo un inseguimento durato 54 minuti.
Chiude, com'è giusto, il conto, il poker di Matteo Dall'Agnol in power play.
Infine il saluto a Mattia Bertoncin che coinvolge tutto lo stadio e suggella una vittoria emozionante dopo una partita bella e combattuta.
Chissà se ci sarà partita per continuare a vedere questa squadra anche il prossimo anno...ce lo auguriamo vivamente!

C:C

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto