Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Un Feltre dai due volti cede al Caldaro

Settimo turno di campionato per il Feltreghiaccio che ospita in casa il Caldaro, squadra di buon livello e in corsa per i primi posti in campionato. La classifica invece non sorride ai padroni di casa che stanno migliorando a ma devono cominciare a togliersi qualche soddisfazione. Sembra partire bene il Feltre, che impegna subito il portiere avversario con Bertoncin e M. Dall'Agnol, ma si spengono le velleità offensive locali sul gol di Gamper al 3.58 che infila basso Burzacca. Da qui in poi tutto il periodo sarà in mano agli altoatesini con il portiere feltrino super impegnato e molto bravo a non cedere di fronte alle numerose occasioni avversarie. Un Feltre brutto e troppo molle per essere vero ha, alla fine del primo tempo, l'unico merito di aver concesso solo una rete agli avversari. Il secondo drittel si apre, ma la squadra locale non riesce a reagire e subisce il secondo gol addirittura in superiorità numerica, sempre Gamper l'autore. Subito dopo il Feltre si ritrova in doppia penalità e sembra sentir la fine vicina perché reagisce finalmente e dopo aver passato indenne il pericolo i giocatori locali cominciano a pattinare, a portare a termine qualche carica pulita e a minare le certezze della squadra ospite. Al minuto 33.27, in superiorità, una bellissima combinazione tra Gris e M. Dall'Agnol trova Tormen reattivo e pronto al tiro di polso che, dalla slot, non perdona e accorcia le distanze. Da qui in avanti è un'altro movimento, con i feltrini che si accorgono che la partita non è così scontata e ritrovano grinta e morale. Il terzo tempo inizia all'insegna di un bel ritmo e di un'equilibrio rotto dalle penalità che gli arbitri appioppano di qua e di là, un po' a casaccio. I bellunesi si ritrova in 5 contro 3 ancora una volta e ancora Burzacca fa miracoli per tenere aperta la partita.
Il Caldaro allunga sul 3-1 al minuto 49.21 con Felderer bravo a sfruttare un'indecisione della difesa locale, ma non basta a chiudere l'incontro. La reazione del Feltreghiaccio è rabbiosa e la partita si sposta, complici anche un paio di penalità a favore, nel terzo dei bolzanini. Al 53.28 Caldart fa 3-2 in mischia dopo un tiro di Boschet, e una bella lotta davanti alla porta ospite. La squadra di casa ci crede e ci prova fino in fondo, raschiando il barile delle energie ma gettando il cuore in pista. La grande occasione arriva negli ultimi 3 minuti quando, con il Caldaro in doppia inferiorità Merli, Gorza e De Giacinto ci provano, ma senza quel pizzico di fortuna che ci sarebbe voluta.
Perde ancora quindi il Feltreghiaccio che ha giocato sabato una partita dai due volti: una prima metà inguardabile e una seconda metà da playoff. La media non è bastata ma speriamo che la lezione lo sia perché la prossima settimana sarà di fuoco : giovedì 26 un mezzo derby a Pergine con un avversario quest'anno abbordabile, sabato 28 in casa con la corazzata Merano e poi derby vero martedì a Feltre contro l'Alleghe. Arriverà la prima vittoria in campionato?
C.C.

HC FELTREGHIACCIO - HC CALDARO 2-3 (0-1, 1-1, 1-1)
Marcatori: 3:58 Gamper (C), 21:17 Gamper (C), 33:27 Tormen (F), 49:21 Felderer (C), 53:28 Caldart (F)

Leggi tutto...

Soddisfazioni dal settore giovanile

  • Pubblicato in Notizie

Complimenti ai nostri atleti Andrea Damin e Giorgio De Giacinto convocati con la nazionale Under 18 per il torneo di Kaposvar che si svolgerà dal 6 al 11 novembre in Bulgaria e al nostro atleta under 15 Cristian Geronazzo che ha disputato con la squadra del Veneto il torneo Dario Saletta. 

Leggi tutto...

Sconfitta di misura a Varese

Nel sesto turno di campionato il Feltre si trova impegnato nel difficile campo del Varese, ancora imbattuto quest’anno tra le mura domestiche e in un buon stato di forma dopo la vittoria a Caldaro.
Con la squadra praticamente al completo, i feltrini scendono in campo con il piglio giusto motivati a fare una bella prestazione ma dopo una fase di studio è il Varese a passare in vantaggio al sesto grazie a Borghi, il quale con un tiro sporco da pochi metri inganna Burzacca.
Gli ospiti non sembrano accusare il colpo e si portano costantemente in attacco costringendo i lombardi ad alcuni falli di troppo. Le occasioni per pareggiare in powerplay non mancano, Zandegiacomo e Matteo Dall’Agnol sono i più pericolosi ma Broggi si fa trovare pronto. Non basta neppure una doppia superiorità numerica nei minuti finali del parziale a riportare i giochi in parità, con un Varese che si chiude bene e concede solo conclusioni dalla distanza.
Il gol però è nell’aria e ad inizio del secondo tempo Merli sigla il meritato pareggio feltrino: bella combinazione in angolo tra Tormen e Gris, il quale trova la stecca del compagno davanti porta che non sbaglia. Nel momento migliore del Feltre arriva la doccia fredda. Un minuto dopo il pareggio, il Varese alla prima occasione buona ristabilisce le distanze ancora con Borghi che sfrutta la confusione davanti porta infilando Burzacca con un preciso tiro all’incrocio.
Questa volta la reazione non c’è e il Varese affonda ancora sfruttando una disattenzione difensiva dei feltrini che dimenticano Mazzacane davanti porta che tutto solo deposita in rete.
Nonostante il doppio vantaggio il Feltre non si arrende. Prima Lorenzo Dall’Agnol non riesce a dribblare il portiere dopo una bella azione solitaria a causa dell’azione di disturbo di un difensore del Varese, poi però il fratello Matteo, dopo aver portato a spasso tutta la difesa, conclude in rete accorciando le distanze.
I giovani feltrini ci credono e provano a forzare giocando a due linee. L’occasione migliore per il pareggio ce l’ha ancora Merli che dopo un bel fraseggio con Tormen non riesce però a concludere la bella azione costruita. Il Varese dal canto suo si limita a controllare giocando di rimessa, ed è proprio grazie ad un contropiede che beffa ancora il Feltre con l’ex Rigoni che avvia l’azione, conclusa con la deviazione decisiva di Andreoni. La voglia di riacciuffare la partita negli ultimi minuti c’è ma mancano le forze per rendersi davvero pericolosi nel terzo varesino e la partita si conclude con il risultato di 4 a 2.

Nonostante il risultato la prestazione offerta dai ragazzi di Scapinello è stata positiva per molti tratti dell’incontro dimostrando che lo stato di forma dell’intera squadra sta aumentando. Sabato arriverà a Feltre il Caldaro, che nonostante un inizio non esaltante di campionato rimane una delle compagini più forti della lega. Ingaggio d’inizio fissato alle 18:15.

HC VARESE – HC FELTREGHIACCIO 4-2 (1-0, 2-2, 1-0)
14:24 P. Borghi (V), 26:08 Merli (F), 28:56 Mazzacane (V), 39:28 M. Dall’Agnol (F), 51:40 Andreoni (V)

Leggi tutto...

Ora vincente a Feltre

Esordio casalingo del Feltreghiaccio allo stadio Drio le Rive contro gli altoatesini dell' Ora, una delle rivali oramai classiche di questo campionato di serie B, da quest'anno denominato Italian hockey league (IHL).
Pronti via e per dieci minuti le squadre si studiano. Poi il ritmo partita si alza e il Feltre scivola indietro nella sua zona difensiva senza però correre grandi rischi. Almeno fino al minuto dodici, quando, da qualche cambio fuori ritmo, i padroni di casa subiscono dalla slot un micidiale uno-due ad opera di Girardi e Tscholl che taglia loro le gambe. I feltrini avrebbero nei minuti successivi un paio di occasioni per accorciare prima con Tormen e poi con Merli, che in combinazione con Gris concludono senza successo. Quando sembra che il parziale si stia per concludere con il risultato di 2 a 0 per gli ospiti, arriva la doccia fredda: a 4 secondi dalla fine del tempo il veterano Zelger, il migliore in campo della serata, ne approfitta in powerplay infilando Burzacca con un preciso rovescio sotto il sette.
Si fa sentire coach Scapinello negli spogliatoi e il secondo periodo comincia con un Feltre più grintoso ma anche più nervoso. Dall'Agnol Lorenzo prima spreca in 1 contro 0 poi si fa cacciare per 10+2 per una carica poco furba a cui si aggiunge una parola di troppo con l'arbitro.
I padroni di casa soffrono in penalty killing per tutto il periodo ma resistono bene e alla fine del tempo Dall'Agnol Matteo avrebbe per due volte l'occasione per accorciare e ridare morale alla squadra, ma sbaglia, e il secondo tempo si chiude con il parziale di 0-0.
Terzo tempo sulla falsariga del secondo con il gioco in mano all'Ora che prova ad addormentare la partita e con un Feltre che sembra a fine serbatoio nonostante giri anche a quattro linee d'attacco.
A 5 minuti dall'inizio Damin, si prende un 2+2 per una carica che sembrava ai più regolare. Dopo tre minuti di power play gli altoatesini fanno centro ancora una volta con Zelger sempre libero dallo slot a cui segue pochi secondi dopo Hanspeter, la cui marcatura chiude formalmente la partita. Ultime pattinate con Merli che non riesce a far il gol della bandiera in 2 contro 1 tirando addosso a Giovanelli, che si porta a casa un bel shoot out. Le note positive per i padroni di casa vengono dall'aver visto i giovani in campo per tanti minuti, con qualche errore ma anche con qualità, il rientro di un paio di veterani in difesa, senz'altro utili alla causa e una grinta che speriamo di vedere per tutta la stagione e non per qualche mezza partita. Quelle negative : un po' troppo nervosismo e troppe inutili proteste ai falli fischiati, ma siamo convinti sarà una stagione importante e di crescita per la squadra feltrina.
Questa settimana andrà in scena il primo turno infrasettimanale con il Feltre impegnato giovedì a Fiemme e sabato in casa alle 18.15 contro i campioni in carica del Milano.

HC FELTREGHIACCIO - HC ORA 0-5 (3-0, 0-0, 0-2)

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS