Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Il Fiemme conquista il Drio le Rive

Turno infrasettimanale per la quindicesima di campionato di serie B. Il Feltreghiaccio riceve la compatta squadra del Fiemme dopo una bella giornata di neve sulla città. Prima di iniziare la cronaca sono d'obbligo le felicitazioni per Alessio Zandegiacomo e signora, neo genitori di Giada!

Partono forte gli ospiti che passano subito con una bella combinazione di due degli uomini più esperti e rappresentativi: Ciresa mette un disco d'oro per il taglio di Locatin in mezzo alla difesa feltrina, un po' statica nell'occasione, e tocco di classe per il vantaggio. Sono passati 43 secondi dal via. Il Fiemme vuole chiudere subito la pratica e spinge con decisione. I primi 10 minuti sono subito difficili per la difesa locale chiusa nella zona, ma Burzacca è attento e la pressione avversaria, un pò alla volta si attenua. Dalla seconda metà del periodo anche il Feltre comincia a giocare e a farsi vivo dalle parti del golie giallonero. L'occasione migliore capita alla fine del tempo a Bertoncin in situazione di 2vs1, ma l'attaccante non si accorge di avere ancora secondi sul cronometro e affretta il tiro. Peccato, un po' di comunicazione in più da parte dei compagni avrebbe aiutato.

L'inizio del secondo tempo vede ancora i trentini all'arrembaggio. Il 2-0 arriva dopo 90 secondi ad opera di Nicolao assistito da Ciresa e Locatin in seguito ad una grossa e prolungata pressione nella zona feltrina. I biancorossi locali però non si danno per vinti; al minuto 6.28 Mattia Bertoncin lavora caparbiamente un disco al limite della linea blu avversaria e riesce a servire Tormen che al volo infila Gasperini in mezzo alle gambe. 2-1 e partita aperta almeno sul tabellone. In realtà gli ospiti tengono saldamente il pallino del gioco interrotto di tanto in tanto da qualche folata locale. Il 3-1 giunge al minuto 16.25, ancora di Nicolao la rete.

Nel terzo tempo il Feltre continua la sua partita fatta di difesa alla ricerca di opportunità di transizione, solo che le energie piano piano vengono meno e anche la buona disciplina mantenuta per due tempi viene un po' a mancare. A gambe stanche la maggior qualità dei passaggi dei giocatori del Fiemme scava il solco. Allo 0.49 Ciresa in power play aggancia un bel passaggio di Locatin e al volo batte Burzacca con un tiro splendido. 4-1 e partita virtualmente chiusa. Ci sarà poi tempo per il 5-1 e per qualche occasione sprecata dal Feltre. Alla fine la differenza fra le due squadre l'hanno fatta i giocatori con militanze in categorie superiori e tante piccole ingenuità da parte dei giovani del Feltre, che stanno giocando molto, ma tanta è ancora l'esperienza necessaria da accumulare. Con il tempo gli errori diminuiranno, ne siamo certi. Una buona palestra sarà il mese di dicembre. Ben 7 partite aspettano il Feltreghiaccio nel mese di Babbo Natale, senza contare quelle delle varie giovanili. Forse un po' troppe, ma speriamo di trovare qualcosa di buono sotto l'albero.
Buone feste a tutti!
C.C.

Leggi tutto...

Un buon Feltre cade nel finale contro il Fiemme

Primo turno infrasettimanale della stagione del campionato IHL per il Feltre che fa visita al Fiemme con una formazione ampiamente rimaneggiata a causa dell' influenza che ha messo ko alcuni giocatori.

La partita inizia bene per il Feltre che dopo tre minuti si trova in vantaggio. Un buon pressing di Matteo Dall’Agnol lo porta a rubare il disco dietro la porta del Fiemme e successivamente a servire il fratello Lorenzo che al volo infila Gasperini sotto le gambe.
Il Feltre tiene bene il campo concedendo poco al Fiemme ma alla prima penalità è costretto ad arretrare e due miracoli di Burzacca prima su Nicolao e poi su Ciresa tengono il risultato invariato.
Tornati in parità numerica i feltrini tornano a riaffacciarsi in attacco e l'occasione più nitida capita sulla stecca di Merli che a tu per tu con Gasperini non riesce ad approfittarne e spreca tirando sul guantone.
Nel secondo drittel il Fiemme entra in campo con una marcia in più, alzando il ritmo di gioco in fase di possesso e pressando più alto in fase di non possesso. I feltrini, se pur con qualche difficoltà, riescono a contenere le sfuriate fiemmesi fino al decimo, quando in superiorità numerica, perdono il disco in zona difensiva regalando il gol del pareggio a Lazzeri che da solo davanti a Burzacca non sbaglia.
La reazione del Feltre è tutta in un contropiede dove Bertoncin riesce ad arrivare al tiro dallo slot ma Gasperini è bravo a neutralizzare.
La beffa arriva però al quinto del terzo tempo: una doppia penalità inflitta a Merli e Gorza costringe il Feltre a giocare due minuti interi in 5 contro 3 ed è qui che il Fiemme ribalta il risultato siglando prima con Nicolao e poi con Chelodi.
I ragazzi feltrini si innervosiscono e sono incapaci di reagire e rendersi pericolosi e cadono sotto i colpi di Widmann, Nicolao e Gilmozzi che nei minuti finali arrotondano il risultato sul 6 a 1.
Risultato ingiusto per quanto visto in campo con il Feltre per due tempi ha lottato alla pari del più quotato Fiemme cedendo solo nei minuti finali a causa anche di un crollo fisico dovuto al roster ridotto.
Domani si torna in campo a Feltre, cercando di recuperare qualche giocatore contro la corazzata Milano, campione in carica e favorito anche quest’anno alla vittoria finale.

HC FIEMME - HC FELTREGHIACCIO 6-1 (0-1, 1-0, 5-0)

Leggi tutto...

Seconda sconfitta con il Fiemme

Per il secondo turno di Coppa Italia il Feltre ospita il Fiemme, dopo poco più di un mese dal match di campionato in cui i fiemmesi vinsero con un secco 5 a 0. Il Fiemme arriva a Feltre con il roster al completo, mentre i locali devono fare a meno di Gorza e De Paoli.
Nei minuti iniziali è il Fiemme a fare la partita e dopo 5 minuti si trova già in vantaggio grazie a Vanzetta che trova l’angolino giusto per battere Burzacca.
Il vantaggio dura poco, infatti dopo soli 30 secondi, il Feltre torna in parità con Dall’Agnol che ribadisce in rete un rimbalzo lasciato davanti porta da Gasperini.

Il Fiemme rimette la testa avanti due minuti dopo l’inizio del secondo parziale con la collaborazione della difesa feltrinache perde un disco in zona neutra, regalando il disco a Gilmozzi che scarta il portiere e deposita in rete.
Nel finale di tempo succede un po’ di tutto, prima il Feltre va vicino al pareggio con Scussel che, ben imboccato da Bertoncin, parte in contropiede e a tu per tu con Gasperini che però è abile a deviare il disco con il gambale; poi il Fiemme allunga mettendo a segno il terzo gol con Locatin.


Sotto di due reti il Feltre non reagisce ma continua a subire gli attacchi del Fiemme che al decimo minuto del terzo tempo segna ancora con Vincenzi che devia sotto la traversa il tiro di Cataldi. I feltrini si innervosiscono e a farne le spese è Bertoncin che viene spedito in panca puniti per 4 minuti. Nel powerplay che ne consegue i trentini fissano il risultato finale sul 5 a 1 con la doppietta personale di Gilmozzi.


Domenica il Feltre andrà a far visita al Renon con il coltello tra i denti dopo la sconfitta di misura rimediata domenica scorsa contro il Como.

Leggi tutto...

Una sconfitta che ha il sapore della vittoria

Non è mai piacevole perdere, ma la sconfitta subita domenica, per 4 a 5 ad opera del Nuovo Fiemme, non può lasciare malumori e nemmeno recriminazioni. Poche volte si è potuto assistere ad un incontro così avvincente ed emozionante, deciso solo a 2 minuti dalla sirena finale. Nemmeno il più ottimista tra gli ottimisti avrebbe pensato che la formazione più derelitta della classifica potesse far vedere i sorci verdi ad una squadra di vertice, con grandi ambizioni per il futuro, che schiera i primi due della classifica marcatori.
Merito della squadra, ma soprattutto di Coach Scapinello che è riuscito a ricavare il meglio da un gruppo di atleti volenterosi chiamati, nel corso della stagione, ad opporsi a dei veri professionisti dell’hockey. Anche ieri, causa alcune indisposizioni, sono state rivoluzionate le linee e il risultato finale è stato una formazione generosa ed indomita, capace di cullare un sogno impossibile fino a due minuti dalla fine.
Con un folto pubblico e una nutrita tifoseria ospite l’incontro inizia con il Fiemme in attacco. Il Feltre, sotto pressione della fortissima prima linea trentina, fatica a reggere il confronto e dopo cinque minuti deve soccombere. Quando l’incontro sembra prendere la strada ormai consueta ecco che esce l’orgoglio. Mattia Bertoncin finalizza, per il pareggio, una bella azione di attacco con Giorgio Cavan e Andrea Gorza. Neanche il tempo di gioire che il Fiemme ritorna avanti. Gli ospiti non riescono però a cogliere il momento e chiudere l’incontro e il Feltre ritorna a farsi vivo dalle parti del portiere ospite. Sul finire del tempo Francesco Pertoldi, con azione solitaria, realizza uno splendido goal che vale il pari. Con un risultato insperato si va al riposo.
Al rientro il Fiemme sembra cambiar ritmo per chiudere la pratica. Il Feltre non glielo consente e ribatte colpo su colpo. Gli ospiti dopo un batti e ribatti tornano avanti, ma è ancora Mattia Bertoncin a siglare il pari tra il boato dei tifosi di casa. Allo scadere ci sarebbe perfino l’occasione per passare avanti, ma il portiere trentino, da terra, riesce a fermare il tiro di Pertoldi da posizione defilata. 3 a 3 al secondo intervallo è comunque un risultato inaspettato e soddisfacente.
Si rientra in campo con il Fiemme impegnato allo spasimo per conseguire l’obiettivo. Il Feltre stringe i denti e passa perfino indenne un’inferiorità. Con gli ospiti protesi alla ricerca del goal si verifica l’incredibile: Giorgio Talamini, lanciato splendidamente da Paolo Brondi e Carlo Salvetti, si presenta solo davanti al portiere Trentino e, con eleganza, lo supera. Cose da non crederci! Manca però troppo e nessuno ci spera realmente. La squadra comunque fa di tutto e con i denti e con Stefano Viale in stato di grazia difende il risultato. Mancano dieci minuti alla sirena quando il Fiemme pareggia. Quel che segue è battaglia: bellissima per uno spettatore neutrale; da infarto per un tifoso.
A due minuti e 3 secondi esatti dalla fine, in inferiorità numerica, il sogno del Feltre svanisce.
Non ci sono rammarichi o rimpianti dopo una partita del genere.
Il pubblico se ne rende conto e applaude convinto. Un bell’incontro, una bella serata che non porta punti ma lascia in tutti una comprensibile soddisfazione. FP

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS