Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Ora vincente a Feltre

Esordio casalingo del Feltreghiaccio allo stadio Drio le Rive contro gli altoatesini dell' Ora, una delle rivali oramai classiche di questo campionato di serie B, da quest'anno denominato Italian hockey league (IHL).
Pronti via e per dieci minuti le squadre si studiano. Poi il ritmo partita si alza e il Feltre scivola indietro nella sua zona difensiva senza però correre grandi rischi. Almeno fino al minuto dodici, quando, da qualche cambio fuori ritmo, i padroni di casa subiscono dalla slot un micidiale uno-due ad opera di Girardi e Tscholl che taglia loro le gambe. I feltrini avrebbero nei minuti successivi un paio di occasioni per accorciare prima con Tormen e poi con Merli, che in combinazione con Gris concludono senza successo. Quando sembra che il parziale si stia per concludere con il risultato di 2 a 0 per gli ospiti, arriva la doccia fredda: a 4 secondi dalla fine del tempo il veterano Zelger, il migliore in campo della serata, ne approfitta in powerplay infilando Burzacca con un preciso rovescio sotto il sette.
Si fa sentire coach Scapinello negli spogliatoi e il secondo periodo comincia con un Feltre più grintoso ma anche più nervoso. Dall'Agnol Lorenzo prima spreca in 1 contro 0 poi si fa cacciare per 10+2 per una carica poco furba a cui si aggiunge una parola di troppo con l'arbitro.
I padroni di casa soffrono in penalty killing per tutto il periodo ma resistono bene e alla fine del tempo Dall'Agnol Matteo avrebbe per due volte l'occasione per accorciare e ridare morale alla squadra, ma sbaglia, e il secondo tempo si chiude con il parziale di 0-0.
Terzo tempo sulla falsariga del secondo con il gioco in mano all'Ora che prova ad addormentare la partita e con un Feltre che sembra a fine serbatoio nonostante giri anche a quattro linee d'attacco.
A 5 minuti dall'inizio Damin, si prende un 2+2 per una carica che sembrava ai più regolare. Dopo tre minuti di power play gli altoatesini fanno centro ancora una volta con Zelger sempre libero dallo slot a cui segue pochi secondi dopo Hanspeter, la cui marcatura chiude formalmente la partita. Ultime pattinate con Merli che non riesce a far il gol della bandiera in 2 contro 1 tirando addosso a Giovanelli, che si porta a casa un bel shoot out. Le note positive per i padroni di casa vengono dall'aver visto i giovani in campo per tanti minuti, con qualche errore ma anche con qualità, il rientro di un paio di veterani in difesa, senz'altro utili alla causa e una grinta che speriamo di vedere per tutta la stagione e non per qualche mezza partita. Quelle negative : un po' troppo nervosismo e troppe inutili proteste ai falli fischiati, ma siamo convinti sarà una stagione importante e di crescita per la squadra feltrina.
Questa settimana andrà in scena il primo turno infrasettimanale con il Feltre impegnato giovedì a Fiemme e sabato in casa alle 18.15 contro i campioni in carica del Milano.

HC FELTREGHIACCIO - HC ORA 0-5 (3-0, 0-0, 0-2)

 

Leggi tutto...

Un cinico Ora batte il Feltre

Nell’ultima trasferta stagionale, il Feltreghiaccio fa visita all’Ora, in una partita ininfluente per la classifica in quanto gli altoatesini sono già qualificati per i playoff.
La partita è subito piacevole con le due squadre che si equivalgono dal punto di vista del gioco, anche se è l’Ora ad avere le occasioni migliori. Al dodicesimo Burzacca si deve superare per salvare il risultato: prima respinge su un tiro ravvicinato, poi sul rimbalzo successivo a porta sguarnita arriva col bastone deviando il disco in angolo. Il Feltre non resta a guardare e nel finale di tempo va vicino al vantaggio con Alvise De Giacinto e Matteo Dall’Agnol ma il portiere locale è bravo a salvare.
Il risultato si sblocca al sesto minuto del secondo tempo: dopo un tiro bloccato a terra dal goalie feltrino, si crea una mischia in cui i giocatori dell’Ora, dopo aver caricato il portiere, recuperano il disco e realizzano con Tschöll. L’arbitro lascia correre e l’Ora passa in vantaggio. La partita comincia ad incattivirsi anche a causa di alcune decisioni arbitrali dubbie, ma il Feltre non molla e tiene bene anche in inferiorità numerica.
A metà del terzo tempo però l’Ora raddoppia con Zelger che sfrutta al meglio l’assist di Stimpfl per infilare Burzacca nell’angolo basso alla sua destra. Il tempo per recuperare ci sarebbe ma la stanchezza sulle gambe dei giocatori feltrini si fa sentire e le azioni d’attacco sono poco incisive.
La partita si conclude con una sconfitta di misura in cui il Feltre ha comunque dimostrato che, anche contro una squadra quotata come l’Ora, con il roster al completo può rendere la vita difficile a tutti.
Domenica alle ore 20:30 il Feltre ospiterà il Pergine per l’ultima partita stagionale, con la speranza di salutare il proprio pubblico con una vittoria.

Leggi tutto...

L'Ora vince di misura a Feltre

Per il dodicesimo turno di campionato il Feltre ospita l’Ora, squadra rinnovata con molti giovani e che ha perso alcuni pezzi pregiati dalla scorsa stagione ma pur sempre una squadra tosta.Una partita  che sulla carta poteva essere già segnata, ma che invece si è rivelata tutt’altro che così.
L’Ora infatti ha faticato e non poco a portare a casa i tre punti, con un Feltre che per 60 minuti ha giocato in maniera ordinata sbagliando pochissimo in fase difensiva, ma altrettanto impreciso nelle conclusioni.
Per i primi venti minuti di gioco le squadre si equivalgono, l’Ora è più intraprendente e arriva con più frequenza alla conclusione, anche se negli ultimi minuti del parziale il Feltre ha l’occasione più ghiotta per passare in vantaggio con Gris, che dopo aver rubato un disco a centrocampo si invola verso la porta trovandosi solo contro Giovanelli, ma disturbato da un difensore alle spalle non riesce ad essere preciso nella conclusione.
Ad inizio secondo tempo, nel momento migliore del Feltre, arriva il gol dell’Ora con Nagele che grazie ad un rimbalzo fortuito si trova il disco sulla stecca e dopo una prima respinta di Burzacca ribadisce il disco in rete.
Potrebbe sembrare un film già visto, con il Feltre che si arrende e lascia strada agli avversari, invece i feltrini non abbassano le armi e reagiscono immediatamente rendendosi pericolosi in almeno un paio di occasioni con Dall’Agnol e Bertoncin.
Ci provano poi Scussel e Da Forno a pareggiare la partita ma le loro conclusioni vengono ben neutralizzate da Giovanelli.
Nell’ultimo parziale il ritmo si abbassa e la stanchezza comincia a farsi sentire per i feltrini che non hanno più la lucidità per costruire azioni pericolose, bensì subiscono la maggior freschezza fisica degli altoatesini e solo grazie alle parate di Burzacca riescono a restare in partita.
La partita si chiude così con lo shootout del goalie altoatesino e con l’amarezza per il Feltre di non esser riuscito a portare a casa qualche punto importante soprattutto per il morale.
Giovedì il Feltre sarà impegnato a Pergine per cercare di dare continuità alla buona prestazione offerta contro l’Ora.

Leggi tutto...

Il Feltre si arrende solo nel finale all'Ora

Nel giorno dell’Epifania al palaghiaccio “Drio le Rive” arriva l’ Ora terza classificata e una delle possibili vincitrici del campionato.

Il primo tempo la partita non tradisce il pronostico, con l’Ora che con un gioco organizzato arriva spesso nei pressi del portiere Frescura e in due occasioni riesce a trovare il gol. Il Feltre sembra invece sotto tono e incapace di reagire agli attacchi avversari.

Nel secondo tempo i feltrini entrano in campo con più convinzione e con una serie di rapidi ribaltamentei di fronte riesce ad arrivare al tiro più frequentemente e, proprio quando nessuno se l’aspetta, un contropiede dei picchi, porta in rete Igor Gris mettendo il risultato in discussione. Negli ultimi minuti del tempo l’Ora però riesce a trovare il 3 a 1 sfruttando al meglio un powerplay.

Nell’ultimo periodo il Feltre entra in campo con la consapevolezza di potersela giocare fino alla fine. Sfruttando una doppia superiorità numerica Salvetti segna il 3 a 2 insaccando un disco lasciato davanti alla porta avversaria. Sempre con l’uomo in più è ancora Salvetti a portare la partita in parità deviando uno slap shot di Brondi sotto la traversa. Gli altoatesini vogliono però portare a casa il bottino pieno e aumentano l’ intensità del gioco mettendo in difficoltà il Feltre, il quale è costretto più volte al fallo per bloccare le incursioni avversarie. L’ Ora non perdona, sfrutta i powerplay concessi e segna i due goal che valgono la vittoria finale.

Domenica contro il Pustertal ci sarà l’occasione per il Feltre di dare continuità alle ultime prestazioni molto incoraggianti e cercare di portare a casa qualche punto importante per il morale. TB

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS