Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Sconfitta di misura a Varese

Nel sesto turno di campionato il Feltre si trova impegnato nel difficile campo del Varese, ancora imbattuto quest’anno tra le mura domestiche e in un buon stato di forma dopo la vittoria a Caldaro.
Con la squadra praticamente al completo, i feltrini scendono in campo con il piglio giusto motivati a fare una bella prestazione ma dopo una fase di studio è il Varese a passare in vantaggio al sesto grazie a Borghi, il quale con un tiro sporco da pochi metri inganna Burzacca.
Gli ospiti non sembrano accusare il colpo e si portano costantemente in attacco costringendo i lombardi ad alcuni falli di troppo. Le occasioni per pareggiare in powerplay non mancano, Zandegiacomo e Matteo Dall’Agnol sono i più pericolosi ma Broggi si fa trovare pronto. Non basta neppure una doppia superiorità numerica nei minuti finali del parziale a riportare i giochi in parità, con un Varese che si chiude bene e concede solo conclusioni dalla distanza.
Il gol però è nell’aria e ad inizio del secondo tempo Merli sigla il meritato pareggio feltrino: bella combinazione in angolo tra Tormen e Gris, il quale trova la stecca del compagno davanti porta che non sbaglia. Nel momento migliore del Feltre arriva la doccia fredda. Un minuto dopo il pareggio, il Varese alla prima occasione buona ristabilisce le distanze ancora con Borghi che sfrutta la confusione davanti porta infilando Burzacca con un preciso tiro all’incrocio.
Questa volta la reazione non c’è e il Varese affonda ancora sfruttando una disattenzione difensiva dei feltrini che dimenticano Mazzacane davanti porta che tutto solo deposita in rete.
Nonostante il doppio vantaggio il Feltre non si arrende. Prima Lorenzo Dall’Agnol non riesce a dribblare il portiere dopo una bella azione solitaria a causa dell’azione di disturbo di un difensore del Varese, poi però il fratello Matteo, dopo aver portato a spasso tutta la difesa, conclude in rete accorciando le distanze.
I giovani feltrini ci credono e provano a forzare giocando a due linee. L’occasione migliore per il pareggio ce l’ha ancora Merli che dopo un bel fraseggio con Tormen non riesce però a concludere la bella azione costruita. Il Varese dal canto suo si limita a controllare giocando di rimessa, ed è proprio grazie ad un contropiede che beffa ancora il Feltre con l’ex Rigoni che avvia l’azione, conclusa con la deviazione decisiva di Andreoni. La voglia di riacciuffare la partita negli ultimi minuti c’è ma mancano le forze per rendersi davvero pericolosi nel terzo varesino e la partita si conclude con il risultato di 4 a 2.

Nonostante il risultato la prestazione offerta dai ragazzi di Scapinello è stata positiva per molti tratti dell’incontro dimostrando che lo stato di forma dell’intera squadra sta aumentando. Sabato arriverà a Feltre il Caldaro, che nonostante un inizio non esaltante di campionato rimane una delle compagini più forti della lega. Ingaggio d’inizio fissato alle 18:15.

HC VARESE – HC FELTREGHIACCIO 4-2 (1-0, 2-2, 1-0)
14:24 P. Borghi (V), 26:08 Merli (F), 28:56 Mazzacane (V), 39:28 M. Dall’Agnol (F), 51:40 Andreoni (V)

Leggi tutto...

Un buon Feltre cade nel finale contro il Fiemme

Primo turno infrasettimanale della stagione del campionato IHL per il Feltre che fa visita al Fiemme con una formazione ampiamente rimaneggiata a causa dell' influenza che ha messo ko alcuni giocatori.

La partita inizia bene per il Feltre che dopo tre minuti si trova in vantaggio. Un buon pressing di Matteo Dall’Agnol lo porta a rubare il disco dietro la porta del Fiemme e successivamente a servire il fratello Lorenzo che al volo infila Gasperini sotto le gambe.
Il Feltre tiene bene il campo concedendo poco al Fiemme ma alla prima penalità è costretto ad arretrare e due miracoli di Burzacca prima su Nicolao e poi su Ciresa tengono il risultato invariato.
Tornati in parità numerica i feltrini tornano a riaffacciarsi in attacco e l'occasione più nitida capita sulla stecca di Merli che a tu per tu con Gasperini non riesce ad approfittarne e spreca tirando sul guantone.
Nel secondo drittel il Fiemme entra in campo con una marcia in più, alzando il ritmo di gioco in fase di possesso e pressando più alto in fase di non possesso. I feltrini, se pur con qualche difficoltà, riescono a contenere le sfuriate fiemmesi fino al decimo, quando in superiorità numerica, perdono il disco in zona difensiva regalando il gol del pareggio a Lazzeri che da solo davanti a Burzacca non sbaglia.
La reazione del Feltre è tutta in un contropiede dove Bertoncin riesce ad arrivare al tiro dallo slot ma Gasperini è bravo a neutralizzare.
La beffa arriva però al quinto del terzo tempo: una doppia penalità inflitta a Merli e Gorza costringe il Feltre a giocare due minuti interi in 5 contro 3 ed è qui che il Fiemme ribalta il risultato siglando prima con Nicolao e poi con Chelodi.
I ragazzi feltrini si innervosiscono e sono incapaci di reagire e rendersi pericolosi e cadono sotto i colpi di Widmann, Nicolao e Gilmozzi che nei minuti finali arrotondano il risultato sul 6 a 1.
Risultato ingiusto per quanto visto in campo con il Feltre per due tempi ha lottato alla pari del più quotato Fiemme cedendo solo nei minuti finali a causa anche di un crollo fisico dovuto al roster ridotto.
Domani si torna in campo a Feltre, cercando di recuperare qualche giocatore contro la corazzata Milano, campione in carica e favorito anche quest’anno alla vittoria finale.

HC FIEMME - HC FELTREGHIACCIO 6-1 (0-1, 1-0, 5-0)

Leggi tutto...

Ora vincente a Feltre

Esordio casalingo del Feltreghiaccio allo stadio Drio le Rive contro gli altoatesini dell' Ora, una delle rivali oramai classiche di questo campionato di serie B, da quest'anno denominato Italian hockey league (IHL).
Pronti via e per dieci minuti le squadre si studiano. Poi il ritmo partita si alza e il Feltre scivola indietro nella sua zona difensiva senza però correre grandi rischi. Almeno fino al minuto dodici, quando, da qualche cambio fuori ritmo, i padroni di casa subiscono dalla slot un micidiale uno-due ad opera di Girardi e Tscholl che taglia loro le gambe. I feltrini avrebbero nei minuti successivi un paio di occasioni per accorciare prima con Tormen e poi con Merli, che in combinazione con Gris concludono senza successo. Quando sembra che il parziale si stia per concludere con il risultato di 2 a 0 per gli ospiti, arriva la doccia fredda: a 4 secondi dalla fine del tempo il veterano Zelger, il migliore in campo della serata, ne approfitta in powerplay infilando Burzacca con un preciso rovescio sotto il sette.
Si fa sentire coach Scapinello negli spogliatoi e il secondo periodo comincia con un Feltre più grintoso ma anche più nervoso. Dall'Agnol Lorenzo prima spreca in 1 contro 0 poi si fa cacciare per 10+2 per una carica poco furba a cui si aggiunge una parola di troppo con l'arbitro.
I padroni di casa soffrono in penalty killing per tutto il periodo ma resistono bene e alla fine del tempo Dall'Agnol Matteo avrebbe per due volte l'occasione per accorciare e ridare morale alla squadra, ma sbaglia, e il secondo tempo si chiude con il parziale di 0-0.
Terzo tempo sulla falsariga del secondo con il gioco in mano all'Ora che prova ad addormentare la partita e con un Feltre che sembra a fine serbatoio nonostante giri anche a quattro linee d'attacco.
A 5 minuti dall'inizio Damin, si prende un 2+2 per una carica che sembrava ai più regolare. Dopo tre minuti di power play gli altoatesini fanno centro ancora una volta con Zelger sempre libero dallo slot a cui segue pochi secondi dopo Hanspeter, la cui marcatura chiude formalmente la partita. Ultime pattinate con Merli che non riesce a far il gol della bandiera in 2 contro 1 tirando addosso a Giovanelli, che si porta a casa un bel shoot out. Le note positive per i padroni di casa vengono dall'aver visto i giovani in campo per tanti minuti, con qualche errore ma anche con qualità, il rientro di un paio di veterani in difesa, senz'altro utili alla causa e una grinta che speriamo di vedere per tutta la stagione e non per qualche mezza partita. Quelle negative : un po' troppo nervosismo e troppe inutili proteste ai falli fischiati, ma siamo convinti sarà una stagione importante e di crescita per la squadra feltrina.
Questa settimana andrà in scena il primo turno infrasettimanale con il Feltre impegnato giovedì a Fiemme e sabato in casa alle 18.15 contro i campioni in carica del Milano.

HC FELTREGHIACCIO - HC ORA 0-5 (3-0, 0-0, 0-2)

 

Leggi tutto...

Esordio difficile ad Appiano

Il campionato di serie B 2017-18 ricomincia per il Feltreghiaccio ad Appiano, sul ghiaccio dei vice campioni d’Italia che nella scorsa stagione si sono arresi in finale solo alla corazzata Milano.
Gli altoatesini non tradiscono le aspettative e partono bene, comandando il gioco fin dai primi minuti di partita. Dopo 5 minuti infatti passa in vantaggio con Willeit che arriva per primo sulla disco ribattuto da Burzacca davanti porta.
Il Feltre non demorde e, dopo aver smaltito una doppia inferiorità numerica trova il pareggio in powerplay con Tormen che insacca sotto il sette il preciso passaggio di Giorgio De Giacinto.
Purtroppo la parità dura poco perché allo scadere del parziale l’Appiano rimette davanti la testa con Unterkofler abile a deviare un tiro dalla blu.
Nel secondo tempo il Feltre scende in campo meno motivato e l’Appiano ne approfitta per chiudere la partita. I gialloblu rifilano 3 gol in cinque minuti e uno allo scadere del parziale lasciando poche possibilità di recupero ai bellunesi.
Nonostante questo il Feltre non si arrende e nel terzo parziale i ragazzi di Scapinello tornano a giocare un buon hockey giocando alla pari dell’Appiano, il quale però riesce a segnare ancora sfruttando un errore in fase offensiva dei feltrini che regalano il contropiede a Hofer. C’è ancora tempo per il gol di Gorza, che riduce il passivo concludendo al meglio un powerplay con un preciso tiro dalla blu.
Il Feltre torna a casa senza punti ma consapevole che per due tempi è riuscito a tenere testa ad una delle pìù forti compagini della stagione. Si proverà a muovere la classifica già domenica prossima sul ghiaccio di casa del Drio le Rive dove alle 20:30 arriverà l’Ora reduce da una vittoria convincente contro il Como.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS