Menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie tecnici per migliorare la user experience.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Il Feltre esce dai playoff a testa alta

Doveva essere la partita decisiva, in cui bisognava dare tutto per vincere e portare la serie col Dobbiaco alla decisiva gara 3, invece dopo due tempi giocato alla pari, il Feltre ha dovuto cedere il passo nel terzo al Dobbiaco, vedendo così cancellato il sogno playoff.
La partita inizia sotto i migliori auspici per il Feltre, che dopo qualche pericolo corso nei minuti iniziali, trova il vantaggio in powerplay con Fantinel, che è lesto a raccogliere il disco ribattuto dal portiere ospite e depositarlo in rete.
Pochi minuti dopo è ancora Fantinel che serve Dall’Agnol appena dentro la linea blu, il quale trova lo spazio giusto per inserirsi tra i difensori ma la conclusione viene respinta da Rederlechner.
Nel secondo parziale il Dobbiaco aumenta il ritmo ma il Feltre è sempre ben attento in difesa e Viale si supera in almeno tre occasioni sulle conclusioni di Thiefentaler, Trenkere e Crepaz.
La resistenza feltrina crolla al trentaquattresimo, quando Egarder riporta in parità il Dobbiaco con un tiro dalla blu che viene deviato dai difensori feltrini, dando al disco una traiettoria che spiazza Viale.
Si arriva quindi al terzo tempo con il risultato in perfetto equilibrio dove succede di tutto.
Dopo due minuti il Dobbiaco passa in vantaggio, una disattenzione dei difensori feltrini favorisce Alverà che è il primo ad arrivare su un disco vagante restato davanti alla porta di Viale.
Non passano neanche due minuti e Fantinel torna a portare speranza ai biancorossi: in inferiorità numerica Dall’Agnol intercetta un disco in zona neutra e dopo essersi portato a spasso il difensore del Dobbiaco serve ottimamente Fantinel, che insacca nell’angolo basso alla destra di Rederlechner.
L’entusiasmo è a mille e il Feltre ci crede, ma un minuto dopo concede troppo spazio a Trenker che in azione solitaria segna scartando anche il portiere.
Non è ancora finita e il Feltre si getta in attacco alla ricerca del meritato pareggio ma un passaggio sbagliato da il via libera al contropiede del Dobbiaco con Profunser che in 2 contro 1 non sbaglia.
Gli ultimi dieci minuti la partita si fa più spigoloso, il Dobbiaco conserva il risultato giocando duro sui giocatori feltrini, i quali non hanno più la freschezza dei primi due parziali e finalizzano con poca lucidità.
A tre minuti dalla fine Reinis toglie il portiere per provare il tutto per tutto con il sesto giocatore di movimento, ma all’ingaggio il Dobbiaco guadagna il disco e Crepaz trova il gol in empty net.
Si chiude così la partita con il Dobbiaco che accede alle semifinali e il Feltre che esce di scena tra gli applausi del pubblico che ha premiato i ragazzi per l’impegno visto in tutto l’arco della stagione.
Guardandosi indietro resta il rammarico per i punti persi per strada durante la regular season che avrebbero consentito di certo una miglior posizione in griglia playoff, ma guardando avanti si può ben sperare per la prossima stagione con un gruppo che è migliorato partita dopo partita giocandosela con tutti, ma che forse non ha mai creduto fino in fondo alle proprie potenzialità.

Leggi tutto...

Under 9 in trasferta sull'altopiano di Asiago

  • Pubblicato in Under 9

Domenica 13 gennaio i picchietti dell’Under 9 sono scesi in campo sul ghiaccio di Asiago ed hanno affrontato le squadre di Zoldo, Alleghe oltre – ovviamente – alla formazione dei padroni di casa.

Durante le tre partite disputate si sono visti i miglioramenti dei piccoli atleti che iniziato a limare le distanze che li separano dalle altre squadre.

L’allenatore Kevin Reinis ha avuto modo di mettere in campo tre linee complete; numeri di tutto rispetto - soprattutto se si considera la fascia d’età - e che, inoltre, fanno ben sperare sia per il futuro della Società che per quello del movimento in genere.

Nel complesso è stata un’altra giornata all’insegna dello sport e del divertimento per tutti i partecipanti, in cui i giocatori hanno avuto modo di mettersi alla prova e di migliorare attraverso il confronto con altri atleti.

 

Forza HCF!!!

Leggi tutto...

Sconfitta pesante con Vinsghau

Dopo la doppia trasferta dello scorso weekend, con una partita persa ai rigori a Pinè, ed un’altra invece vinta sempre ai rigori contro il Vipiteno, il Feltre torna a giocare al Drio le Rive ospitando la capolista Vinsghau.
I locali partono forte, e i primi dieci minuti sono a totale appannaggio dei biancorossi che non fanno uscire gli altoatesini dal loro terzo. Le occasioni più ghiotte sono sul bastone di Merli e Da Forno, che da pochi metri trovano il muro di Spada.
Al quindicesimo cambia l’inerzia della partita. Il Vincghau, fino a quel punto poco pericoloso dalle parti di Manfroi trova il vantaggio con Pohl che sfrutta al meglio il passaggio di Wunderer per insaccare con un preciso tiro al volo. Non passano neanche sessanta secondi e il Vinsghau raddoppia: dopo un iniziale tiro respinto da Manfroi, si scatena un batti e ribatti davanti alla porta deciso dal guizzo vincente di Schwienbacher. Si va a riposo in svantaggio nonostante la buona mole di gioco creata.
Nella seconda frazione il Feltre abbassa il ritmo e nonostante le ripetute situazioni di powerplay, non riesce ad accorciare, subendo invece altri due gol, prima con Boaretto, che in inferiorità numerica approfitta di una disattenzione difensiva dei feltrini, e poi con Andergassen che in powerplay punisce un incolpevole Manfroi.
La partita ormai compromessa, riserva un terzo tempo in cui il Feltre prova con un po’ di convinzione in più a tornare in partita ma le continue penalità comminate ai feltrini nella terza frazione non permettono di dare una continuità al gioco e il Vincghau non ha difficoltà a gestire il risultato. A dieci minuti dalla fine Nagl chiude definitavamente trovando il 5 a 0 in doppia superiorità numerica.
Brutto KO per i biancorossi che dopo i miglioramenti visti nelle ultime uscite, sprofondano incapaci di reagire al gioco basilare ma ben quadrato del Vinsghau.
Ora ci sarà la pausa natalizia e il Feltre tornerà sul ghiaccio casalingo il 29 dicembre alle 20.30 control il Vipiteno.

Leggi tutto...

Il Feltreghiaccio domina il derby e al Pieve restano le briciole

I granata si prendono la rivincita sui cadorini e vincono nettamente. Grande protagonista Sniezhnievsky, che va a segno con una tripletta.

 

La festa è del Feltreghiaccio, stavolta. Secondo derby stagionale in serie C che si colora di biancorosso, con un vero e proprio trionfo al Drio le Rive. Finisce 8-2 e il punteggio certifica la superiorità tecnica dei biancorossi, decisamente più in palla rispetto ai cadorini.

Protagonista assoluto Sniezhnievsky, autore di una tripletta, ma in generale le varie linee schierate da coach Kevin Reinis hanno risposto alla grande. Nel tabellino finiscono pure Fantinel, Matteo Dall’Agnol, Thomas Broch e Basso, mentre i gol della bandiera ospiti vengono firmati da Pra Floriani e Pomarè.

I tre punti rilanciano le ambizioni playoff del Feltre, come d’altronde era desiderio estivo della società. Non facile la decisione di autoretrocedersi dalla serie B, ma in questo modo il sodalizio biancorosso voleva tornare a crescere con calma.

Così facendo c’è la possibilità di aumentare l’esperienza dei giovani, in modo da tornare nel giro di qualche anno nel campionato cadetto con mezzi decisamente più all’altezza, rispetto agli anni passati.

Il Pieve comunque, che aveva vinto il primo derby ai rigori, esce ridimensionato ma fin là. D’altronde rimane sempre a ridosso dei playoff e sicuramente dirà la sua fino in fondo. Normale in ogni caso avere alti e bassi, quando il roster a disposizione è piuttosto giovane.

Bel pubblico al Drio le Rive. Non è certo Feltre - Alleghe, ma insomma un derby attira sempre attenzione e curiosità. Entrambe, causa condizioni meteo, hanno saltato l’ultimo turno di campionato, dunque hanno parecchia adrenalina e voglia di far bene da mettere sul ghiaccio. Partita che risulterà equilibrata, almeno nella mezz’ora iniziale.

Anzi la sbloccano proprio gli ospiti al 5.21, quando Pra Floriani sfrutta i due minuti di penalità comminati a Nachtigal e mette alle spalle di Manfroi l’assist di De Lotto.

Riequilibra tutto Fantinel, quando mancano meno di quattro giri di lancette al primo intervallo. Persiste la situazione di 1-1, tra l’altro piuttosto a lungo. Il powerplay feltrino alla mezz’ora, quando in panca puniti finisce Bravin, è dunque l’episodio chiave.

Segna Matteo Dall’Agnol, e sarà l’inizio del blackout. Siglerà infatti il suo primo gol di giornata Sniezhnievsky, mentre Thomas Broch finalizza alla grande un’altro powerplay. Sul 4-1 ci si attende la giusta reazione cadorina, però in realtà la partita ha già preso l’incanalatura precisa. Dunque gloria per Sniezhnievskyi, tripletta personale, mentre si tolgono la gioia personale Da Forno e Basso.

In chiusura Pomarè, nonostante l’inferiorità numerica, porta a due le marcature del Pieve.
Gol amarissimo, in ogni caso, essendo già iniziata la festa feltrina. Prossimo turno con il Feltre che verrà chiamato ad osservare il proprio turno di riposo, tornando poi sul ghiaccio sabato 24 a Dobbiaco.


E proprio il Dobbiaco andrà a sfidare il Pieve venerdì sera. Match complicato ma non di certo impossibile da conquistare.

 

Fonte: Gianluca Da Poian – Corriere delle Alpi

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS